Abbiamo a cuore la tua crescita!
info@promozionesviluppo.com

Il Bonus Investimenti Sud premia le imprese

Il Bonus Investimenti Sud premia le imprese

Cos’è il Bonus Investimenti Sud?

Il Credito di Imposta per Investimenti nel Mezzogiorno o Bonus Investimenti Sud è un regime di aiuti che premia le imprese che acquistano macchinari, impianti e attrezzature destinate a strutture produttive nuove o esistenti, garantendo liquidità immediata mediante compensazione sugli F24.

Con la Circolare 12/E/2017, l’Agenzia delle Entrate ha spiegato come richiedere e ottenere il credito di imposta introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 (L.208/2015) e poi modificato dalla legge “Mezzogiorno” (L. 18/2017).

L’agevolazione riguarda gli investimenti in beni strumentali nuovi, anche mediante sottoscrizione di contratti di leasing, destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, facenti parte di un investimento iniziale che rientri nelle seguenti categorie:

  • la creazione di un nuovo stabilimento;
  • l’ampliamento della capacità produttiva di uno stabilimento esistente;
  • la diversificazione della produzione di uno stabilimento esistente per ottenere prodotti nuovi e mai fabbricati;

il cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

A chi è rivolto il Credito di Imposta Investimenti nel Mezzogiorno – Bonus Sud

Possono beneficiare delle agevolazioni del Credito di Imposta per Investimenti nel Mezzogiorno o Bonus Sud tutte le imprese, con esclusione delle imprese in difficoltà e dei soggetti operanti nei settori siderurgico, carbonifero, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dei trasporti e delle infrastrutture, della produzione e della distribuzione di energia, nonché delle infrastrutture energetiche, del settore finanziario, creditizio e assicurativo.

Intensità del credito di imposta investimenti nel Mezzogiorno – Bonus Sud

La percentuale del Credito di Imposta per Investimenti nel Mezzogiorno varia a seconda della regione e delle dimensioni aziendali.

In Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna l’agevolazione per investimenti realizzati dal 1 marzo 2017 al 31 dicembre 2019 spetta nei limiti:

  • del 45% per le piccole imprese;
  • del 35% per le medie imprese;
  • del 25% per le grandi imprese.

In Abruzzo e in Molise l’intensità massima del Credito di Imposta per Investimenti nel Mezzogiorno è fissata:

  • al 30% per le piccole imprese;
  • al 20% per le medie imprese;
  • al 10% per le grandi imprese.

Il limite massimo previsto per progetti di investimento realizzati dal 1 marzo 2017 al 31 dicembre 2019 è:

  • 3 milioni di euro per le piccole imprese;
  • 10 milioni di euro per le medie imprese;
  • 15 milioni di euro per le grandi imprese.

Il Credito di Imposta per Investimenti nel Mezzogiorno o Bonus Sud è cumulabile con aiuti de minimis nonché quelle misure che insistano sugli stessi costi ammessi al beneficio, nei limiti massimi stabiliti d all’Unione Europea.

Regime di Cumulo

Investimenti sino al 28 febbraio 2017 Il credito d’imposta non è cumulabile con aiuti de minimis e con altri aiuti di Stato che abbiano ad oggetto i medesimi costi ammessi al beneficio.

E’ consentita la cumulabilità con il super ammortamento e con l’iperammortamento sino al 100% del costo sostenuto.

Investimenti dal 1° marzo 2017 Il credito d’imposta è cumulabile con aiuti de minimis o altri aiuti che abbiano ad oggetto i medesimi costi ammessi al beneficio. Tale cumulo non dovrà portare al superamento dell’intensità o dell’importo di aiuto più elevati consentiti dalle pertinenti discipline comunitarie di riferimento.

E’ consentita la cumulabilità con il super ammortamento e con l’iperammortamento sino al 100% del costo sostenuto.

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento

Scroll Up