Abbiamo a cuore la tua crescita!
info@promozionesviluppo.com

Decreto Crescita: un’ottica di Economia Circolare

Decreto Crescita: un’ottica di Economia Circolare

Il Decreto Crescita pubblicato in G.U. il 30 Aprile 2019 prevede un CONTRIBUTO a fondo perduto per lo sviluppo di progetti finalizzati ad un uso più efficiente e sostenibile delle risorse in un’ottica di ECONOMIA CIRCOLARE.

Al fine di favorire la transizione delle attività economiche verso un modello di economia circolare, sono stati stabiliti i criteri, le condizioni e le procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni finanziarie a sostegno di progetti di ricerca e sviluppo finalizzati ad un uso più efficiente e sostenibile delle risorse.

Cos’è l’economia circolare?

È un sistema economico pianificato per RIUTILIZZARE i materiali in successivi cicli produttivi, RIDUCENDO al massimo gli sprechi.

Chi può beneficiare dell’agevolazione?

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese ed i centri di ricerca che soddisfano le seguenti caratteristiche:

  • Essere iscritte al Registro delle imprese ed risultare in regola con gli adempimenti di cui all’articolo 9, terzo comma
  • Lavorare in via prevalente nel settore manifatturiero
  • Aver approvato e depositato almeno due bilanci
  • Non essere sottoposto a procedura concorsuale o trovarsi in stato di fallimento

Ammissibilità alle agevolazioni

Ai fini dell’ammissibilità i progetti di ricerca e sviluppo devono :

  • Essere realizzati nel territorio nazionale
  • Prevedere spese non inferiori a 500 mila euro e non superiori ai 2 milioni di euro
  • Avere una durata non inferiore ai 12 mesi e non superiore ai 36 mesi
  • Prevedere attività di Ricerca e Sviluppo, come:

– progettazione e sperimentazione prototipale di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento dei percorsi di simbiosi industriale: RIDUZIONE, RICICLO e RIUSO delle materie;

– strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di EFFICIENTARE il ciclo produttivo;

– sperimentazione di nuovi modelli di packaging intelligente (SMART PACKAGING) che prevedano anche l’utilizzo di materiali recuperati;

– innovazioni di prodotto e di processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse in un’ottica di economia circolare o a «RIFIUTO ZERO» e di compatibilità ambientale;

– sistemi, strumenti e metodologie per lo sviluppo delle tecnologie per la fornitura, l’USO RAZIONALE e la sanificazione dell’acqua;

Le risorse finanziarie disponibili ammontano complessivamente a 140 milioni di Euro.

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento

Scroll Up